Seleziona una pagina

Domande frequenti

Come funziona Domodry®?

Domodry® funziona in modo scientifico, in base all’originale principio attivo della “neutralizzazione di carica”, principio ideato e sviluppato in esclusiva dal Gruppo Leonardo Solutions – Domodry. Una volta in funzione, Domodry® neutralizza la carica elettrica dell’acqua presente nel terreno a contatto con la muratura, interrompendo in modo definitivo l’assorbimento d’acqua da parte dei capillari del muro.

L’umidità in eccesso viene quindi espulsa gradualmente tramite evaporazione spontanea, più o meno velocemente a seconda delle caratteristiche costruttive del muro, della quantità d’acqua inizialmente presente nel muro stesso, nonchè delle condizioni climatiche del luogo. Completata la deumidificazione, sarà sufficiente mantenere in funzione l’impianto Domodry® così da garantire, tramite l’azione di prevenzione anti-capillare esplicata dall’impianto stesso, il mantenimento in via permanente dello stato di equilibrio (umidità igroscopica naturale) raggiunto dalla muratura.

Domodry® viene realizzato in cinque diversi modelli con raggio d’azione da 6 a 15 m. Ciò consente la massima flessibilità e possibilità di adattamento dell’impianto a qualsiasi tipologia di edificio dalla normale abitazione di piccole dimensioni sino al più complesso fabbricato o edificio monumentale.

 

Per approfondimenti:

 

Da quanti anni viene applicata la tecnologia Domodry®?

La tecnologia Domodry® è stata ideata per superare e migliorare l’efficacia dei vari sistemi elettro-osmotici ed elettrofisici già in uso e, per quanto ormai obsoleti, ancor oggi presenti sul mercato.

Nell’arco di oltre trent’anni di applicazioni, infatti, i suddetti sistemi hanno palesato, nei confronti dell’umidità muraria di origine capillare, risultati solo parzialmente efficaci e instabili nel tempo, quasi sempre dipendenti dalla tipologia costruttiva dell’immobile e/o dalle specifiche condizioni di intervento. In sostanza, detti sistemi si sono rivelati essere privi di sufficienti garanzie di efficacia nei riguardi sia del grado di deumidificazione raggiungibile, sia del mantenimento nel tempo del risultato (peraltro parziale) raggiunto.

Dal 2003 è stata quindi avviata, in collaborazione con alcuni importanti Centri universitari, una campagna di sperimentazione e ricerca per il miglioramento dei preesistenti sistemi elettrofisici, che ha portato, nel 2008, al brevetto e allo sviluppo di una tecnologia più avanzata e di concezione totalmente innovativa, quale appunto la CNT® Domodry®.

Nel 2009 è stata infine avviata la produzione delle apparecchiature Domodry® su scala industriale: da questo momento, Domodry® si è diffusa tanto nell’ambito dell’edilizia, quanto nel più sofisticato settore dell’Architettura storica e dei Beni culturali, arrivando oggi a contare oltre 2800 impianti installati in tutta Italia, con risultati raggiunti nel 100% dei casi!

 

Per approfondimenti:

Qual è la differenza tra Domodry® ed altri sistemi similari?

La CNT® Domodry® è assolutamente unica in quanto differisce totalmente dai precedenti sistemi elettrosmotici/elettrofisici (sistemi a inversione di polarità e/o di flusso) i quali, agendo sulla differenza di potenziale elettrico tra acqua e muratura (molto variabile da punto a punto a causa della non omogeneità della muratura stessa) risultano solo parzialmente efficaci. Al contrario, la CNT® Domodry® agisce in modo diametralmente opposto (ovvero direttamente sull’acqua e non sulla muratura) e senza nessuna possibilità di errore, in quanto neutralizza la capacità dell’acqua (sempre uguale) di lasciarsi attrarre dalle murature.

Per i suddetti motivi, Domodry® rappresenta oggi l’unico sistema in grado di garantire la totale eliminazione dell’umidità muraria di origine capillare nel 100% dei casi e illimitatamente nel tempo!

Domodry® può provocare interferenze con altri dispositivi o essere dannoso per la salute?

Gli impulsi generati da Domodry® sono assolutamente privi di interferenze rispetto a qualsiasi altro tipo di dispositivo elettronico (antifurti, ponti radio, dispositivi wi-fi, ecc.) e, soprattutto, sono totalmente innocui sia per le persone (compresi i portatori di apparati biomedicali, come pacemaker o simili) che per gli animali (da cani e gatti ai più piccoli roditori).

Questo perché il livello di emissione di Domodry® non solo è inferiore ai limiti di legge, ma è addirittura molto più basso rispetto a questi. Se facciamo un confronto con un qualunque elettrodomestico, ad esempio un frigorifero che ha un’emissione già piuttosto bassa (circa 0,30 microtesla), scopriremo che l’emissione di Domodry® (pari a 0,015 microtesla) risulta addirittura 20 volte meno!

Tra l’altro, tanto per il frigo quanto per Domodry® i valori di emissione sopra citati sono quelli massimi misurati, secondo le disposizioni di legge, a soli 30 cm di distanza dall’elettrodomestico. Siccome queste emissioni, essendo onde elettromagnetiche (come la luce di una lampadina, le onde radio, il telecomando di un cancello, ecc.) si propagano all’infinito, diminuendo il loro livello di energia all’aumentare della distanza dalla sorgente, ne risulta che mediamente l’emissione a cui possiamo essere effettivamente sottoposti, anche in caso di lunga permanenza in casa, risulta addirittura inferiore ai livelli sopra citati che, come già detto, sono quelli massimi che si verificano a soli 30 cm di distanza dall’elettrodomestico.

Verrebbe allora da chiedersi: ma se l’emissione (ovvero l’energia) generata da Domodry® è così bassa, come fa ad essere tanto efficace nei confronti di un fenomeno (la risalita capillare) che sappiamo essere così forte e devastante, un fenomeno che nessuno dei sistemi tradizionali è mai riuscito a debellare?

La risposta a questa domanda sta nel principio stesso di funzionamento (la neutralizzazione di carica) di Domodry®: poiché, come già spiegato, il fenomeno della risalita capillare è determinato da energie (differenze di carica elettrica tra la muratura e le molecole d’acqua) di entità piccolissima, per debellarle non serve un grande livello di energia, ma solo un piccolo quantitativo di energia, purché esattamente calibrato e indirizzato per ottenere solo ed esclusivamente l’effetto desiderato, ovvero l’annullamento della capacità di attrazione dell’acqua da parte della muratura.

La totale innocuità dell’apparecchio Domodry® è attestata dall’apposita certificazione TÜV
Sempre con riferimento all’esempio del frigo, raddoppiando la distanza da 30 a 60 cm, l’emissione diminuisce da 0,30 a 0,075 microtesla, cioè si riduce di 4 volte. Raddoppiando ulteriormente la distanza sino a 1,20 m, l’emissione si riduce ulteriormente di altre 4 volte, arrivando a 0,019 microtesla, e così via. Lo stesso discorso vale, nelle dovute proporzioni, anche per Domodry®, per il quale raddoppiando la distanza da 30 cm a 60 cm l’emissione diminuisce da 0,015 a 0,004 microtesla, e analogamente raddoppiando di nuovo la distanza sino a 1,20 m l’emissione si riduce ulteriormente di altre 4 volte, arrivando a 0,001 microtesla. Alla fine, ad una distanza dalla sorgente di 15 m (pari al raggio d’azione massimo di Domodry®), mentre l’emissione del frigo diminuisce di circa 2500 volte fino ad arrivare a soli 0,00012 microtesla, quella di Domodry® parimenti diminuisce di 2500 volte arrivando a 0,000006 microtesla, risultando quindi ancora pari ad un ventesimo della corrispondente emissione del frigo alla medesima distanza.
Come avviene l’installazione dell’impianto Domodry®?

L’installazione avviene secondo il dimensionamento dell’impianto effettuato dall’Ufficio tecnico Domodry® sulla base di una planimetria (quotata o in scala) dell’immobile fornita dal Committente.

Tramite apposito sopralluogo sul posto, il tecnico Domodry® provvede, insieme al Committente, a verificare il punto di installazione dell’apparecchio con riferimento alla posizione teorica di progetto indicata sullo schema planimetrico. In mancanza di prese elettriche nel punto di installazione teorico, l’apparecchio può essere posizionato – purché lo spostamento non sia eccessivo – in corrispondenza della presa elettrica più vicina.

Una volta determinato l’esatto punto di installazione, il tecnico provvede al fissaggio a muro dell’apparecchio Domodry®, tramite 4 semplici tasselli da parete e, quindi, al collegamento del cavo di alimentazione alla presa elettrica e alla messa in funzione dell’apparecchio.

Vengono inoltre posizionati e fissati a parete gli appositi sensori-trasmettitori wi-fi per il controllo domotico dell’umidità muraria e ambientale. Infine, sempre in sede di installazione dell’impianto Domodry® il tecnico effettua la rilevazione termografica dei valori iniziali di umidità muraria (riferimento per le successive rilevazioni di controllo).

 

Per approfondimenti:

 

  Vai alla pagina Fasi d’intervento

Quanto tempo occorre attendere perche il muro si asciughi?

Va chiarito innanzitutto che essendo l’azione di Domodry® volta a neutralizzare – e quindi interrrompere – l’assorbimento dell’umidità capillare da parte del muro, ne deriva che i tempi di asciugamento del muro stesso non dipendono tanto da Domodry®, quanto piuttosto dalle condizioni di evaporazione presenti nell’immobile e nell’ambiente esterno.

L’umidità residua già presente all’interno della muratura tende infatti ad evaporare per via naturale verso l’esterno e pertanto, non essendo più alimentata dalla risalita capillare, andrà a smaltirsi completamente, in modo graduale e spontaneo e – soprattutto – definitivo (che è la cosa più importante in assoluto).

A seconda delle condizioni locali (tipo di materiale e spessore del muro e/o dell’intonaco, quantità d’acqua inizialmente presente, grado di ventilazione dei locali, ecc.), la fase di asciugamento del muro può impiegare tempi variabili da circa 6 mesi a circa 18/24 mesi dall’installazione di Domodry®, con punte sino a 36 mesi nei casi limite (ad esempio edifici antichi con murature di grandissimo spessore e/o edifici in zone climatiche tendenzialmente fredde e/o molto umide).

In ogni caso, i tempi di asciugamento effettivi potranno essere stimati già pochi mesi dopo l’installazione, in base all’andamento della deumidificazione rilevato tramite gli appositi sensori di monitoraggio dell’umidità compresi nell’impianto.

Cosa succede se l’apparecchio Domodry® si guasta?

Al momento dell’installazione, l’apparecchio Domodry® è coperto da garanzia integrale di tre anni per qualsiasi tipo di guasto, rottura o malfunzionamento, ivi compreso il guasto elettrico per cause esterne all’apparecchio stesso (ad es. cortocircuito sulla linea elettrica di alimentazione, fulmine, ecc.). La garanzia comprende, oltre alla riparazione o sostituzione dell’apparecchio, anche tutte le spese per la spedizione dell’apparecchio al Centro assistenza e la riconsegna al Cliente.

Dal punto di vista della durata, l’affidabilità di Domodry® è massima: infatti, trattandosi di un dispositivo con circuiti elettronici totalmente digitalizzati e quindi privi di elementi soggetti a riscaldamento o usura (come invece per un PC, un elettrodomestico, ecc.), nelle normali condizioni di funzionamento la sua vita utile è potenzialmente illimitata.

L’apparecchio inoltre dispone di un sistema interno di protezione contro le sovratensioni che, in caso di necessità, interviene disattivandone l’alimentazione, proprio per prevenire potenziali danni di natura elettrica all’apparecchio stesso.

Per i Clienti che vogliano cautelarsi ulteriormente, è in ogni caso possibile dopo il terzo anno attivare un apposito contratto di “estensione garanzia” , che consente di prolungare, senza limiti di tempo, l’originaria garanzia integrale, comprendente anche il guasto elettrico per cause esterne.

Una volta asciugata la muratura, Domodry® può essere rimosso oppure dev’essere mantenuto in funzione?

Poiché, come già detto, Domodry® agisce direttamente sulle cause all’origine dell’umidità capillare, è ovvio che una volta completata la deumidificazione della muratura, l’apparecchio DEVE essere mantenuto in funzione, allo scopo di prevenire alla radice l’insorgere dell’umidità che altrimenti, spegnendo o rimuovendo l’apparecchio, potrebbe dopo un certo tempo ripresentarsi.

In pratica, una volta smaltita l’umidità residua dalle murature la funzione di Domodry® rimane quella di garantire la totale e permanente protezione dell’immobile dall’umidità capillare, dalle fondazioni – ovvero dal punto di contatto con il terreno – in su.

E’ responsabilità dell’utente verificare, tramite le apposite spie poste sul frontalino dell’apparecchio, il corretto funzionamento dell’apparecchio stesso, come da indicazioni riportate sul manuale d’uso, segnalando tempestivamente al Centro assistenza il verificarsi di eventuali guasti o anomalie di funzionamento.

Il Centro assistenza effettuerà quindi la riparazione o sostituzione dell’apparecchio nel più breve tempo dalla segnalazione del guasto, in modo da non compromettere la continuità del processo di deumidificazione.

L’eventuale spegnimento dell’apparecchio per brevi periodi non deve preoccupare, perché essendo il movimento dell’acqua per capillarità un fenomeno che evolve lentamente, i tempi necessari perché l’umidità si ripresenti in modo significativo nella muratura sono dell’ordine di diversi mesi. Certamente, se l’apparecchio venisse spento o rimosso dall’immobile in modo definitivo… allora sì che ci si dovrebbe preoccupare! …
Domodry® necessita di interventi di manutenzione?

Domodry® non necessita nel tempo di nessun intervento di manutenzione. L’unica incombenza da parte dell’utente è controllare ogni tanto le spie luminose presenti sul pannello frontale, che segnalano il corretto funzionamento dell’apparecchio, e precisamente:

la spia verde (luce fissa) segnala la presenza della corrente sulla linea di alimentazione, mentre la spia blu (luce lampeggiante) indica che l’apparecchio è acceso e quindi in funzione. La spia di allarme, invece, è normalmente spenta e si accende (luce rossa fissa) solo in caso di guasto o malfunzionamento dell’apparecchio: in tal caso, è responsabilità dell’utente contattare il Centro assistenza, che nei casi più semplici potrà fornire direttamente per telefono le indicazioni per effettuare il reset dell’apparecchio o, nei casi più gravi, intervenire per la riparazione o sostituzione dell’apparecchio stesso.

Insomma, con Domodry® potete finalmente dormire sonni tranquilli: nessuna parte meccanica soggetta a movimento o usura, nessun rumore, nessun filtro da sostituire… Mentre voi vi occupate della vostra vita… Domodry® in perfetto silenzio si occupa di preservare per sempre la vostra casa dall’aggressione dell’umidità! E vi pare poco?

Domodry® è disponibile in tutta Italia?

Certo che sì! Dovunque si trovi la tua casa, qualunque sia la gravità della situazione, non preoccuparti: Domodry® è in grado di raggiungerti e assisterti tramite la propria rete di Consulenti, il Domodry Professional Network.

I nostri corrispondenti sul territorio sono professionisti qualificati in grado di garantirti totale assistenza, dalla diagnosi iniziale fino alla completa asciugatura dei muri.

Contattaci per una consulenza o un preventivo gratuito: ove necessario, ti invieremo un Consulente Domodry® per una visita gratuita, con la quale potremo dare una soluzione definitiva al tuo problema.

Leonardo Solutions
Domodry
Domodry professional Network
CNT - Charge Neutralization Technology
Casa Clima - KlimaHaus
Assorestauro