Seleziona una pagina

Venezia – Chiesa di San Antonin

La Chiesa di S. Antonin, di originaria costruzione risalente al VII secolo, trae l’attuale aspetto dai lavori di ricostruzione pressoché completa del sec. XVII. L’opera muraria risulta costituita prevalentemente da muratura in mattoni pieni e malta.

 

  • Committente: Diocesi Patriarcato di Venezia
  • Ubicazione: Chiesa di San Antonin – Venezia
  • Installazione Impianto Domodry®: Luglio 2011
  • Opera Muraria: muratura mista in pietra e mattoni
  • Strumentazione di misura: termocamera IR ad alta risoluzione
  • Monitoraggio dell’umidità: Leonardo Solutions srl

L’edificio è stato oggetto di un importante e articolato intervento di risanamento e restauro conservativo, intrapreso a partire dal 1990 e recentemente ultimato, nell’ambito del quale è stato installato un sistema di drenaggio attivo per l’emungimento delle acque di risalita delle maree, acque che in precedenza tendevano ad invadere l’intera chiesa (pavimentazione interna posta a quota di soli +1,0 m dal livello del medio mare).
Le murature in tale zona presentano una forte aggressione da parte dell’acqua di risalita capillare, che va ad imbibire le strutture per poi disperdersi nell’ambiente interno, provocando il degrado delle superfici a vista dei paramenti murari. Il fenomeno interessa prevalentemente le pareti perimetrali ove, nonostante il recente intervento di restauro, già si evidenziano fenomeni di esfoliazione delle pitture e produzione di diffuse efflorescenze saline, con un’altezza di risalita variabile, a seconda delle zone, da 1,0 a 1,5 m da pavimento.
È prevedibile che, se non opportunamente arginato, il fenomeno di risalita in atto, perdurando nel tempo, possa portare al totale degrado di intonaci e superfici murarie, nonché all’ulteriore peggioramento delle condizioni ambientali dei locali, con nocive conseguenze sul livello di comfort nonché sullo stato di conservazione di superfici decorate e arredi liturgici.
L’origine dei fenomeni di risalita capillare sopra descritti va ricondotta alla natura del sedime (laguna marina) su cui insiste il fabbricato, in relazione alle caratteristiche costruttive del fabbricato stesso: la permanente presenza d’acqua nella zona su cui insistono le fondazioni del fabbricato, determina infatti l’innesco della risalita capillare nelle soprastanti murature, secondo un ciclo continuo e ininterrotto.
A fronte del quadro diagnostico sopra descritto, in data 13/07/2011 è stata installata e attivata l’apposita tecnologia a neutralizzazione di carica per la deumidificazione delle murature.
Il processo di deumidificazione dell’edificio può ritenersi completato.

Leonardo Solutions
Domodry
Domodry professional Network
CNT - Charge Neutralization Technology
Casa Clima - KlimaHaus
Assorestauro